Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo
Home /  Eventi 2009
Eventi 2009
V PRIMAVERA TOSCANA - 10-13 Aprile 2009

ANDATA


Visualizzazione ingrandita della mappa

 

RITORNO


Visualizzazione ingrandita della mappa
VEN 10 Sfrutto la giornata di ferie per preparare i bagagli e caricare il tutto sulle moto, in modo che quando Titti rientra dal lavoro in pochi minuti si è pronti per partire.Alle 18 ci immettiamo in autostrada al casello di Vercelli est e seguiamo la A26 in direzione di Alessandria e a seguirei la Torino-Picenza. Il traffico non è sostenuto e il tempo variabile (ogni tanto un pò di piccoli piovaschi alietano il nostro trasferimento). Decidiamo di proseguire finchè c'è luce e giungiamo nei pressi di Bologna dovi ci fermiamo in un'area di servizio sia per riposarci un pochino sia per mangiare qualcosa. Il traffico è leggermente in aumento e l'area di servizio è bella intasata. Dopo esserci rifocillati e aver fatto rifornimento (solamente Titti..io ho la petroliera quindi non ne avevo anora necessità) ci riimmettiamo nel traffico autostradale ma dopo poco arriva il peggio..un bel acquazzone persistente ci investe e ci costringe a fermarci per indossare la tuta antipioggia (potete immaginare che libidine guidare di notte in autostrada sotto il diluvio con i TIR...paura!!). Purtroppo la pioggia ci accompagna fino al casello di Montevarchi.
Ancora pochi Km e finalmente giungiamo a "Villaggio Paradiso" appena fuori il centro abitato di Montevarchi sulla via Chiantgiana (qui); però qui accade l'imprevisto: si deve percorrere un breve tratto di strada sterrata per raggiungere il villaggio, strada che, a causa della pioggia appena caduta, è diventata fangosa e quindi insidiosa....io rimango in piedi per miracolo ...Titti purtroppo alla quarta sbandata non riesce a sorreggere la moto e l'adagia a terra; fortunatamente il terreno molle e il paramotore riducono i danni a nulla. Rialziamo la moto e finalmente raggiungiamo la casetta dove troviamo ad attenderci il gestore (erano ormai le 23:30).
Scarichiamo le moto, mettiamo le tute antipioggia ad asciugare e ci fiondiamo a letto, non prima di una doccia ristoratrice.
SAB 11

La casetta che ci è stata riservata è molto bella, accogliente e arredata in stile tipico toscano.
Sul tavolo è già pronto il necessario per le colazioni. Ci svegliamo intorno alle 7:30 e dopo aver finito di sistemare le nostre cose ci prepariamo. Alle 9:15 saliamo in moto per raggiungere il resto del gruppo a Cavriglia (paesino a 7 Km di distanza) presso la Locanda Cuccuini (qui). Ad attenderci ci sono i nostri amici del Multiforum (Gabriele, Marcello, Liuck, Leo, Loris e Adriana).
Dopo i saluti, tutti in sella ....Gabriele ci guida durante tutta la giornata (saranno alla fine della giornata 260 Km) tra le curve del Chianti (che conosce come le sue tasche)...senza ovviamentre tralasciare l'aspetto enogastronomico. Non chiedetemi l'itinerario della giornata perchè dopo pochi km in mezzo a tutte quelle curve (non si trova un pezzo di rettilineo superiore ai 50 m neanche a pagarlo) ho perso completamente l'orientamento (mi ricordo solamente di essere arrivato vicino a Siena, poi in cima al monte Amiata e di aver percorso una decina di Km in strerrato prima di pranzo). [Le foto vi daranno comunque l'idea delle strade e dei paesaggi meglio di tante parole].

Verso le 19 facciamo ritorno al Villaggio Paradiso per una doccia veloce e alle 20 Gabriele ci passa a prendere in auto per andare tutti insieme in pizzeria (qui ci raggiunge anche Stefania, la moglie di Gabriele)

DOM 12

La mattina di Pasqua abbaimo appuntamento veso le 9:30 alla Locanda. Oggi a guidare il gruppo c'è Marcello..giro breve di 2 ore ancora per le strade del chianti. Alle 13 tutti alla Locanda per degustare il pranzo preparato da Stefano (il proprietario/chef della Locada) [Antipasto tipico Toscano, Lasagne ai carciofi, Arrosto girato e agnello, Torta alla ricotta e yougurt, cantucci e vinsanto]. Provati dal lauto pasto, rimaniamo a bivaccare nel cortile della locanda fin verso le 18; poi Gabriele si mette nuovamente alla guida del gruppo (a cui nel frattemo si sono aggiunti anche Luca e Maira) portandoci per altre 3 ore tra le colline del chianti (molto bello il pezzo di sterrato al crepuscolo)(anche oggi tra una cosa e l'atra si sono percorsi 250 km). Il giro termina da "Paola" a Volpaia (questi mangiano sempre).

Rientro in nottata al Villaggio.

LUN 13

Anche la mattina di pasquetta tocca svegliarci di buon'ora. Prepariamo le borse e carichiamo le moto. Insieme a Luca e Maira raggiungiamo la Locanda. Qui salutiamo il resto del gruppo e ci viene la brillantissima idea di fare un piccola deviazione per la via del ritorno. Alle 10 Marcello si mette capo comitiva e guida me, Titti Luca e Maira in cima al passo del Giogo (passiamo pure accanto al circuito del Mugello); qui troviamo la classica nuvoletta di Fantozzi che ci scarica qualche goccia di pioggia. Decidiamo di proseguire ancora qualche Km prima di fermarci per pranzo (Marcello vuole portarci a mangiare le ficattole). Giungiamo al bar/ristorante, ma è già tutto pieno..quindi niente ficattole e ci accontentamo di un panino (c'era però così tanta gente che perdiamo un sacco di tempo per il pranzo e quando torniamo in marcia è ormai pomeriggio inoltrato...cosa che si rivelerà tremenda). Marcello ci lascia per tornare a casa e insieme a Luca proseguiamo verso Imola. Iniziamo a trovare un pò di traffico. Giunti a Imola salutiamo Luca e Maira e ci buttiamo in autostrada dove, superata Bologna, inizia il delirio delle code. Riusciamo a giungere a casa verso le 20.

Sono stati 4 bellissimi giorni!!

FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Raduni Motociclistici" -- "V Primavera Toscana - Pasqua 2009"
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
ROUTE NAPOLEON - 30 Aprile - 3 Maggio 2009


Visualizzazione ingrandita della mappa
GIO 30

Finalmente dopo tanta pioggia, un magnifico sole risplende in cielo. Terminiamo di caricare le moto, facciamo il pieno e per le 9:30 siamo pronti per partire. Ci dirigiamo in statale verso Cuneo (la prima parte sulle colline del Monferrato è piacevole..mentre la parte restante è di una noia mortale). Da Cuneo poi verso Limone Piemonte dove giungiamo verso le 12:40 (ne approfittiamo per fare una pausa pranzo presso il bar che ormai ci vede ospiti da 3 anni...piatto di uova al formaggio e crepes alla nutella).
Proseguiamo verso il colle di Tenda (qui la temperatura si fà più rigida) e discendiamo verso Sospel.
E' in programma la salita al Col du Turinì, ma purtroppo è ancora chiuso, quindi dobbiamo ripiegare sul Col du Braus verso l'Escarene per poi proseguire verso Nizza. Qui ha inizio il calvario...una coda di auto nel traffico ci accompagna fino a casa (ci abbiamo impegato circa 2 ore) dove giungiamo verso le 18:30. Tempo di ritirare le moto e fiondarci nel supermarket per comprare qualcosa per la cena.

VEN 1 Partiamo verso le 9:30 dirigendoci verso Grasse. Qui ci immettiamo nella "Route Napoleon" dove incrociamo un altro gruppo di motociclisti anch'essi intenzionati a percorrere lo stesso itinerario (infatti percorriamo un tratto insieme). La strada è molto bella e i panorami notevoli. Lungo la strada che ci porta verso Castellan, facciamo una piccola deviazione di 5 Km (non prevista) verso il piccolo borgo di Moses: carino il borgo e molto bella la strada per arrivarci, infatti era infestata da motociclisti!!
Torniamo sulla strada maestra e verso le 12:30 giungiamo a Castellane: mangiamo un panino in un prato e ci riposiamo un pò. Purtroppo accade l'inatteso..un camper fa retromarcia e urta il cupolino della mia moto rigandolo e rompendo i ganci che lo bloccavano ai telaietti. Fortunatamente un altro camperista (munito di officina viaggiante) taccona il danno in modo da permettermi di proseguire il viaggio. Compilo le formalità burocratiche del modulo di constatazione amichevole (con relativa perdita di tempo) e verso le 15 siamo nuovamente pronti per rimtterci in marcia. Alle 17:30 giungiamo a Gap presso l'hotel preventivamente prenotato e dopo aver atteso che la reception aprisse, riceviamo la notizia che non è disponibile l'acqua calda a causa di un guasto (ma da veri bikers ce ne siamo fregati altamente e ci siamo lavati a pezzi con acqua fredda). Nel frattempo ci raggiungo Stefano e Silvia (su una R1200GS ADV) e Giorgio con la compagna (su R1150GS). Alle 20, tutti nuovamente in sella per andare a cena...a Gap è tutto chiuso (essendo festa) ...troviamo solo una brasserie che però soddisfa pienamente le nostre necessità culinarie.
SAB 2 Partenza nuovamente verso le 9:30 e insieme ai nostri compagni di viaggio percorriamo gli ultimi 120Km che ci separano da Grenoble (a dire il vero loro ci lasciano qualche Km prima per dirigersi verso Briancon..loro devono rientrare a casa in serata). Io e Titti entriamo nel primo bar e prendiamo dei panini (sarà il nostro pranzo) e proseguiamo verso Grenoble, facendo però una deviazione verso Chamrousse (un anello di circa 30 Km che ci porta fino ai 1750 slm di Chamrousse dove il clima non è certo dei migliori...nuvole basse minacciose di poggia). Dopo aver consumato il panino terminiamo l'anello e ci dirigiamo verso l'hotel dove giungiamo verso le 14:30. Pomeriggio dedicato al riposo.
DOM 3 Ci svegliamo presto per visitare il centro di Grenoble..qualche foto, pieno e nuovamente in marcia per fare, purtroppo, rientro a casa. Molto bella la strada che da Grenoble sale verso il "Col du Lautaret" e che discende verso Briancon. Da qui facciamo il passo del Monginevro che ci porta a Cesana e da qui in autostrada fino a casa.
FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Viaggi in moto" -- "Route Napoleon - Ponte 1 Maggio 2009"
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"3 Aprile 2009 - Primavera Toscana.gdb">
TOURATECH EVENT - 8-10 Maggio 2009


Visualizzazione ingrandita della mappa
VEN 8 Eccoci nuovamente pronti per una nuova esperienza...destinazione Germania.
Terminato di caricare le moto e preparativi vari, alle 10:00 siamo pronti per metterci in moto; il clima è clemente e il traffico è scorrevole (anche intorno a Milano). Proseguiamo verso la Svizzera...traforo del San Gottardo (17 Km a 35°C) e poi verso Zurigo. Da qui inizia la pioggia che ci accompagna battente fino all'arrivo a Konigsfeld im Schwarzwald al B&B Regenbogen (arcobaleno). Scarichiamo le moto e prendiamo possesso della nostra camera (Arancio). Nuovamente in sella ...direzione Niedereschach (sede della Touratech). Facciamo un primo giro per gli stand, non c'è ancora troppo affollamento. Approffitiamo anche per mangiare qualcosa (wurstel ovviamente)...tutto a prezzi irrisori. Poi la Titti si fionda nello shop e inzia a far razzia di gadget e compra 2 magliette dell'evento. Nel frattempo ha ripreso a diluviare. In serata assistiamo ad una parte della presentazione fotografica de viaggio di due tedeschi a cuba in bicicletta (con tanto di figli piccoli). Poi stanchi torniamo al B&B.
SAB 9 Dopo aver fatto colazione ci mettiamo nuovamente in moto e torniamo alla sede della Touratech. Oggi i partecipanti sono decisamente cresciuti di numero. Un salto al bazar (ci sarebbero parecchie occasioni da prendere al volo) e un giro per gli stand. Poi decidiamo di andare a far un giretto ai confini della foresta nera e più precisamente a Lauterbach. Qui troviamo un bel praticello con una panchina e ci svacchiamo fin verso le 3 del pomeriggio. Torniamo alla sede della Touratech per assistere alla finale del GS X Challenge. Verso metà gara inizia nuovamente a piovere...approfittiamo per mangiare il nostro gustosissimo wurstel. Appena la pioggia cessa saliamo in moto per far rientro al B&B.
DOM 10 Giornata dedicata al rientro a casa
FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Raduni motociclistici" -- "Touratech event 2009"
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
TOUR DEL BIANCO - 19 Luglio 2009

DOM 19

Giro veramente impegnativo..
Partenza da casa verso le 7:30 e ritrovo a S. Germano V.se alle 8 dove recuperiamo Fabio in sella alla sua nuova BMW F800GS. Da qui proseguiamo in autostrada verso Pont Saint Marten; al casello incontriamo Enrico. Proseguiamo in statale verso Aosta e poi verso il Colle del Gran San Bernardo...Fino a qui la strada è stata monotona e noiosa. Inizia la salita al colle ed inizia il divertimento, anche perchè finalmente hanno terminato di asfaltare la strada; c'è poco traffico, la giornata è bellissma, neanche una nube in cielo però il freddo inizia a farsi sentire....in cima al colle ci sono 4°C..io sono con Tshirt e giubbotto traforato...un freddo cane; ci fiondiamo nel bar per riscaldarci un pò (Enrico sfida lo squaraus prendendosi un latte macchiato).
Nuovamente in sella proseguiamo in direzione Martigny e poi verso la salita del Fourclatz e poi verso Chamonix. Sono ormai le 12:30 e la fame inizia a farsi sentire ed Enrico esclama "al primo posto che troviamo ci fermiamo": detto fatto ..classico posto per turisti polli dove ci hanno dato il benservito!!
Rifocillati (e alleggeriti..così andiamo più forte) torniamo in sella alle moto e proseguiamo verso Megeve..curve su curve (abbiamo fatto curve dall'inizio della salita del Gran San Bernardo) in una cornice paesaggistica belissima..sole, verde e fresco. Dopo Megeve ci dirigiamo verso Bourg xxx e poi verso il Colle del Piccolo San Bernado (quasi tutto senza mai fermarci). Qui ci concediamo mezzoretta di ristoro (sono già le 18 e la strada per arrivare a casa è ancora lunga); alle 18:30 si riparte e scendiamo verso La Thuile e poi giù verso Aosta (Totale 392 Km di curve)...da Aosta a casa in autostrada dove giungiamo alle 20:30 e il contakilometri segnava 532Km....faticosa ma bellissima giornata!!

FOTO
Questa volta niente foto
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
TOUR nelle ALPI FRANCESI - 04 Settembre2009


Visualizzazione ingrandita della mappa
SAB 4

Ritrovo verso le 8:30 insieme ad Antonello (Ducati Streetfighter S), Massimo (Triumph Tiger) e Alberto (Honda Hornet)...condizioni meteo impeccabili anche se l'arietta è frescolina. Partiamo in direzione S. Germano dove raggiungiamo Fabio (BMW F800GS) ed Enrico (BMW R1200R).
Prendiamo autostrada a Santhià fino a Susa. Qui usciamo e saliamo verso il Moncenisio..in cima fà un freddo cane (6 gradii!!). Ci rifocilliamo e scaldiamo un pò e poi nuovamente in sella...direzione col Iseran..la strada è molto bella immersa nel verde. Salendo verso Iseran la temperatura torna a diminuire e in vetta ci sono 3 gradi!!! oltre ad una spruzzata di neve fresca di nottata (peccato nn avere la macchina fotografica). Abbandoniamo il clima siberiano e ci dirigiamo verso Bourg Saint Maurice dove ci fermiamo per il pranzo (e Antonello cerca di baccagliare la cameriera). Dopo pranzo facciamo un piccoa deviazione e andiamo a vedere il panorama su Lac de Roselend...strada e panorama magnifico (nel frattempo provo la Tiger di Massimo). Torniamo indietro in direzione del Piccolo San Bernardo e poi verso La Thuille; qui altra deviazione...direzione Morgex passando per Colle S. Carlo (prima volta che lo percorro ma ne vale veramente la pena). Da Morgex fino ad Aosta in statale con sosta al bar del MotorAmerica; dopo una visita allo shop e una bevuta prendiamo autostrada e alle 20 siamo a casa dopo aver percorso 560Km!!

FOTO
Questa volta niente foto
GPS
TOUR ALTO VERBANO - 12 Settembre2009


Visualizzazione ingrandita della mappa
FOTO
Questa volta niente foto
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"

COLLE dell'AGNELLO e IZOAR - 03 Ottobre 2009

 

Scusate per la qualità, ma è stata ricavata da una traccia del GPS

SAB 3

Partecipanti: Lele su BMW R1200GS ADV - Enrico su BMW R1200R - Massimo su Triumph Tiger - Antonello su Ducati Streetfighter S - Marco su MV Agusta Brutale - Fabrizio su Honda Transalp

FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Raduni motociclistici" -- "Colle Agnello e Izoard - 4 ottobre 2009"
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
MULTITORGGELEN - 10-11 Ottobre 2009

SAB 10

Partiamo alla volta di Bolzano Venerdì 9 verso le 18 e tanto per non smentirsi il tempo (e le previsioni) non promettono nulla di buono...incredibilmente però riusciamo ad arrivare a Bolzano presso il Garnì Gasser verso le 22:30 senza alcun problema metereologico (solo qualche piovasco rapido in zona Alessandria). Dopo una doccia tonificante a nanna per prepararci al giorno seguente.

Il ritrovo è fissato per le 9 presso il piazzale della funivia...qui troviamo vecchi amici (Freevax, Br1, Dendriot, Alessapo, Scolapasta, Arnaraldo ecc) e facciamo nuove conoscenze. Attesi i soliti ritardatari e riempiti i serbatoi, ci si incolonna dietro a Diego che ci porta a spasso per i passi della zona. Al mattino siamo fortunati, il meteo è decisamente meglio delle previsioni, anche se salendo in montagna le temperature sono freddine.....anche il sole viene a farci compagnia. Pausa pranzo nel ristorante selezionato dagli indigeni (molto bello) e i multifriends non si smentiscono mai quando è ora di mangiare.
Al ristorante ci raggiungono Cesare (che aveva detto di non voler mangiare e invece si è scofanato l'impossibile) e Leniter. Dopo pranzo il tempo peggiora e ci prendiamo un pò d'acqua che però non rovina ne il tour ne lo spirito del raduno. Verso le 16:30 il giro del primo giorno è concluso...alcuni raggiungono l'hotel per prepararsi al Torggelen mentre altri si fiondano in un negozio di abbigliamento motociclistico tedesco (la Titti in testa!!).
Ritrovo alle 19 per raggiungere il maso dove consumeremo il Torggelen indossando il tipico grembiule....dopo aver mangiato e bevuto tutti a nanna per il giorno seguente.

 

DOM 11 Ci svegliamo intorno alle 7:30...una giornata magnifica, neanche una nuvola. Alle 9 tutti al piazzale pronti per un nuovo giro...Diego sempre una sicurezza. Concludiamo il giro a "Pomaria" la fetsa della mela melinda dove approfittiamodei vari banchetti per consumare il pranzo. Verso le 14:30 ci si saluta e tutti tornano alle loro sedi...Altre due giornate magnifiche!!! Al prossimo incontro.
FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Raduni motociclistici" -- "Multitorggelen 2009"
Altre foto potete vederle qui ma soprattutto qui
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
ENTROTERRA LIGURE - 21 Novembre 2009

GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
GORGES DU CIANS - 5-8 Dicembre 2009

DOM 6

Partiamo alla volta della Costa Azzurra Sabato 5 in mattinata con calma. La temperatura non è eccessivamente fredda (siamo intorno ai 8°C) e anche il temuto tratto autostradale della A26 nei pressi del Turchino si rivela molto meno traumatico dello scorso anno (4°C con un pallido sole contro gli 0°C dello scorso anno). Man mano ci si avvicina alla costa la temperatura tende a salire per poi stabilizzarsi intorno ai 16°C con un bel sole che ci accompagna a destinazione. Qui ci sistemiamo e andiamo a fare la scorta di viveri per il nostro soggiorno.

Il 6 mattina il cielo è un pò coperto e qualche nuvolone scuro compare minaccioso sul mare. Noi però siamo fiduciosi e per le 10 siamo pronti a partire (la nostra tenacia è stata ripagata durante il giorno in quanto il tempo si è evoluto al bello). Primo tratto in autostrada in direzione Nizza (che ci ha permesso di evitare parecchio traffico e relativa perdita di tempo). Usicti dalla N7 imbocchiamo la D6202 in direzione nord fino a Touet sur Var; dopo un primo tratto pianeggiante, la strada penetra in strette gole che si alternano ad ampi spazi. Proseguiamo sulla D4202 fino ad Entrevoux (bellissimo paesino racchiuso tra mura di pietra separato dal resto da un piccolo fossato); proseguiamo poi sulla D2202 (Gorges du Daluis) bellissima strada tortuosa che corre a strapiombo lungo le gole che ci ha offerto panorami dai colori incredibili (terra rossa e vegetazione color smeraldo su un bellissimo cielo azzurro).
Anche in questo caso la nostra perseveranza è stata premiata visto che all'inizio delle Gorges du Daluis capeggiava un cartello con tutta una serie di passi chiusi.
Giunti a Guillaumes deviamo sulla D28 fino giungere a Valberg...la strada sale sempre di più...fa la sua comparsa anche la neve..fortunatamente c'è stata inversione termica per cui il clima e gradevole e il pericolo di ghiaccio è stato evitato visto che giungiamo fino a 1700slm in un paesaggio immerso nella neve
(Valber è un centro turistico invernale e immaginiamo che chi ci ha visti giungere in moto, mentre tutti erano tappati da sci, avrà pensato che non fossimo tanto sani di mente).
Proseguiamo sulla D28 e iniziamo le Gorges du Cians, decisamente più suggestive in quanto molto più strette delle precedenti però di minor impatto paesaggistico ridpetto alle Gorges du Daluis.
Verso le 14 facciamo ritorno a Touet sur Var dove ci rifocilliamo presso un piccolo ristorantino lungo la strada. Facciamo infine ritorno verso casa.

Lunedì 7 purtroppo il tempo non è bello e approfittiamo per riposarci.

Martedì 8 verso le 10 ci mettiamo in marcia per far ritorno a Vercelli.

 

FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Viaggi in moto" -- "Gorges du Cians - 6 Dicembre 2009"
GPS
Visitate la sezione "Download" categoria "GPS"
Ultimo aggiornamento Martedì 28 Dicembre 2010 17:23
 
Copyright © 2018. LeleTitti | Created by Emanuele | Segui i miei Move su