Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo Photo
Home /  Germania 2011
Germania - Estate 2011

Premessa
Quest'anno, a differenz degli anni passati, abbiamo optato per mete meno distanti, ma per questo prive di fascino e bellezze paesaggistiche.

Preparativi e attrezzatura

Le due mucche sono reduci del tagliando dei 40000Km, quindi tutto è già pronto.
Oltre agli indumenti personali (scelti con parsimonia) ci siamo muniti di:

• Completo “Diluvio” Tucano Urbano (2 pezzi)
• Pantalone + Giubbotto (sia estivo che invernale)
• Nastro adesivo
• Nastro da pacchi
• Cinghie elastiche
• Fil di ferro
• Fascette di plastica
• WD40
• qualche attrezzo per piccoli interventi
• Spray impermeabilizzante
• Tanichetta da 2 l in platica pieghevole x benzina
• Piattello d’appoggio per cavalletto (molto utile nei campeggi)
• Navigatore satellitare
• Attrezzatura fotografica + compatta

Vitto e alloggio


Per i pernotti ci siamo indirizzati o verso i campeggi, strutture ben organzzate con camere e quando queste non erano disponibili ci siamo rivolti ai B&B (soprattutto nelle città).
In alcuni casi abbiamo avuto qualche difficoltà a trovare una sistemazione e abbiam quindi preferito procedere con una prenotazione da casa prima della partenza.

GIORNO 1 - Sabato 13 Agosto 11
KM: 460
BENZINA: 69€
Pranzo: 10€
Cena: 40€
Pernotto: 35€

Partenza 09:45, giornata splendida ma non eccessivamente calda  e nessun inconveniente con tecnologia varia (Navigatore, BT, ecc.)
Carichiamo le moto e prima sosta all’A&O per piccola spesetta per il pranzo.
Proseguiamo in statale fino ad Aosta dove prendiamo la deviazione per il Gran Sanbernardo.  Giunti in cima verso le 12:30 ci fermiamo per il pranzo al sacco e l’acquisto dell’adesivo di rito.
Dopo la discesa dal passo, inizia la monotonia dell’autostrada Svizzera che ci accompagna, con numerosi rallentamenti dovuti al traffico e ai lavori,  fino a Freiburg.
Prendiamo possesso della camera presso “Privatzimmer Moslepark”, preventivamente prenotata visto l’elevato afflusso turistico della zona,  doccetta ristoratrice  e cena nell’adiacente ristorantino.
Dopo cena la Titti crolla dal sonno.

GIORNO 2 - Domenica 14 Agosto 11
KM: 0
BENZINA: 0
Pranzo+varie: 30€
Cena: 29€
Pernotto: 35€

La Titti, che ha dormito secca fino ad allora, si desta verso le 7:15 e di conseguenza sveglia pure il sottoscritto. La giornata sembra piacevole.
Non abbiamo fretta in quanto la giornata è dedicata alla visita della cittadina.
Un nuovo colpo di sonno ci coglie e ci risvegliamo verso le 8:45.
Colazione rapida e siam pronti per dirigerci verso la città; purtroppo la zona, anche se un po’ isolata, non è servita da mezzi pubblici e quindi dobbiamo farci una lunga camminata prima di arrivare in centro.
La cittadina è molto carina e ben curata, con alcuni edifici in stile e l’afflusso di turisti è notevole.
Per disgrazia della Titti (e per mia fortuna) tutti i negozi son chiusi (essendo Domenica) e quindi ci dedichiamo alla visione dei monumenti caratteristici e alcune foto ricordo.
Dopo un pranzo rapido al McD di turno, la Titti è determinata a trovare il centro commerciale che aveva adocchiato il giorno precedente entrando in città; purtroppo non ci ricordiamo con esattezza la posizione e dobbiamo camminare prima di giungere a destinazione e avere l’amara sorpresa di trovarlo chiuso.
Rassegnati torniamo verso Moslepark (dove la Titti ne approfitta per un ulteriore sonnellino ) giusto in tempo per evitare la prima pioggia della vacanza.
Visto il maltempo evitiamo di spostare le moto e torniamo a cena nel ristorantino della sera precedente.
Dopo la cena la Titti ripete quanto fatto la sera precedente..crolla dal sonno.

GIORNO 3 - Lunedì 15 Agosto 11
KM: 350
BENZINA: 49€
Pranzo: 9€
Spesa: 27€
Pernotto: -

Sveglia verso le 7:15..tempo incerto…iniziamo bene.
Tempo di fare colazione e preparare le borse e inizia a diluviare…fortunatamente ci da un piccola tregua giusto per caricare le borse sulla moto.
Già bardati da pioggia lasciamo Freiburg verso le 9:15 e la pioggia inizia ad accompagnarci e non ci mollerà per tutta la giornata  (salvo piccoli intervalli).
Finalmente percorriamo il tragitto che era in programma il ponte del 17 Marzo (ma che era stato annullato causa neve) ..un tragitto di 300 km immersi tra le colline e gli alberi della foresta nera che però ancora a causa del maltempo non siamo riusciti a goderci come avremmo voluto.
Un itinerario veramente degno di nota.
Pausa pranzo verso le 14:40 in un McD sperduto nella foresta.
Giungiamo a Badenweiler verso le 18 e raggiungiamo L’Hotel Rebekka & Haus am Bruhl (dove avevamo preventivamente prenotato un mini appartamento per 3 giorni, visto l’elevato afflusso turistico della zona).
La struttura è magnifica, curata nei dettagli, moto in garage chiuso e appartamento stupendo  con wifi(vedere foto).
Andiamo a piedi al vicino market per fare un po’ di provviste e poi cena (finalmente un po’ di carboidrati!!!)
Anche questa sera la titti crolla verso le 21:30.

GIORNO 4 – Martedì 16 Agosto 11
KM: 0
BENZINA: 0
Spesa: 9€
Terme: 17€
Pernotto: -

Sveglia alle 8..tempo bello finalmente.
Colazione abbondante in hotel.
Giornata dedicata all’ozio e al relax: in mattinata facciamo una passeggiata nel centro di Badenweiler per dare un’occhiata ai negozietti (la tiiti è inarrestabile) per poi rientrare in appartamento per il pranzo. Nel pomeriggio pennica e alle 18  entriamo alla SPA “Cassiopeia Therme” in cui trascorriamo qualche ora di piacevole relax.

GIORNO 5 – Mercoledì 17 Agosto 11
KM: 244
BENZINA: 26€
Spesa: 6€
Pernotto: 328€

Solita sveglia verso le 7:15 e giornata stupenda.
Colazione abbondante in hotel e pronti per un bel giro tra le strade della foresta nera. Solo un piccolo intoppo rallenta la partenza: uno svizzero di merda ha parcheggiato la sua macchina di merda davanti al garage di merda del gestore di merda. Con alcune peripezie riusciamo ad estrarre le moto..si parte.
Giornata molto calda e strade incantevoli; unico pezzo noioso è stato quello di avvicinamento a Rottweil. Qui ci fermiamo per una rapida visita al centro e per la pappa. Ripartiamo direzione Niedereschach  per visita di rito alla Touratech.
La Titti miracolosamente riesce a non comprare nulla (e il completo della Rukka nonostante il 20% di sconto costava troppo).
Riprendiamo la strada direzione Badenweiler.

GIORNO 6 – Giovedì 18 Agosto 11
KM: 144
BENZINA: 59€
Spesa: 46€
Terme: 27€
Pernotto: 42€

Sveglia ore 7:15…tempo incerto.
Solita colazione abbondante in hotel e paghiamo il dovuto.
Chiudiamo i bagagli e carichiamo le borse sulla moto (dopo aver nuovamente dovuto fare i funamboli per estrarre le moto dal garage)…alle 9:15 siamo in partenza. Nonostante il tempo non prometta nulla d buono fa un caldo infernale.
Breve sosta al market per il pranzo e si parte direzione Nord; fino a Freiburg la strada è noiosa, mentre dopo iniziano una serie di belle strade immerse nella foresta che ci accompagnano verso Lenzkirch. Giungiamo verso le 14 presso la “Reger guesthous” (prenotata in precedenza). Qui attendiamo Massimo (che ci ha raggiunto per trascorrere la serata insieme).
Verso le 17:30 saliamo nuovamente in moto e ci dirigiamo verso Titisee per concederci qualche ora di relax presso le “Badeparadise”…bellissime.
Rientro in nottata e meritata cena in compagnia.

GIORNO 7 – Venerdì 19 Agosto 11
KM: 236
BENZINA: 14€
Spesa: 6€
Cena: 33€
Pernotto: 90€

Solita sveglia intorno alle 8, colazione con tranquillità…..giornata bellissima.
Carichiamo le moto e verso le 10 si parte; sosta immediata al market per prendere il cibo per il pranzo. La strada si snoda tra la campagna tedesca; poi da Donaueshingen la strada migliora decisamente a livello paesaggistico e ci addentriamo nella valle del Reno..strade circondate da immense foreste.
Verso le 13 ci fermiamo in un parcheggio a consumare il pranzo frugale.
Ci rimettiamo in sella fino a Pfullendorf. Qui, su consiglio di Massimo decidiamo di modificare l’itinerario perché la strada lungo il lago di Costanza è troppo trafficata e considerando anche la temperatura elevata sarebbe un suicidio; deviamo quindi per Ravensburg e poi verso Lindau Insel. Avvicinandoci a Lindau inizia il delirio..una coda sterminata di vetture. Ci fermiamo appena dopo il ponte di Lindau Insel perché la Titti rischiava di svenire per il caldo; dopo aver faticato un po’ a trovare una chiosco che ci vendesse una bibita da asporto, Titti trova un circolo per anziani dove acquista una “Mezzo mix Lemon”. Da qui nuovamente in sella per percorrere i 21 Km che ci separano da Dornbirn…Prima sorpresa..i 34°C hanno bruciato la lampadina della Titti....21 km di puro delirio..per percorrere i primi 10 km c’è voluto circa 1,5 ore..poi il sole e il traffico hanno fatto il resto. Stremati verso le 18 arriviamo a Dornbirn e dobbiamo cercare la sistemazione per la notte; il primo tentativo va a buca..tutto esaurito..Seconda sorpresa, il caldo ha mietuto la seconda vittima, pure la mia lampadina è andata. Fortunatamente troviamo posto nella seconda gasthous “Gasthof Rose” (molto carina). Dopo una doccia ristoratrice usciamo per la cena..dobbiamo camminare prima di giungere ad un locale che ci ispiri; troviamo una sorta di  birreria “Tandem” dove mangiamo divinamente con un rapporto qualità/prezzo ottimo.
Verso le 22 torniamo in camera e la Titti crolla dal sonno.

GIORNO 8 – Sabato 20 Agosto 11
KM: 244
BENZINA: 59€
Spesa: 27€
Multa: 93,50€
Pernotto: 55€

Dopo una bella dormita ci svegliamo alle 8..fà già un caldo infernale.
Abbondante colazione in hotel e terminiamo di caricare le moto.
Verso le 10 siamo in sella e subito ci addentriamo in una bellissima strada che si distende tra le pendici dei monti austriaci. Poi il navigatore ci indica una deviazione dalla strada principale che però presenta un cartello di divieto d’accesso con alcune indicazioni in tedesco (che ovviamente non capiamo); attendiamo quindi il passaggio di qualche indigeno; dopo poco arriva un trattorino guidato da un contadino che ovviamente non capisce na mazza e ci dice ja. Quindi procediamo a percorrere la stradina che si inerpica tra gli alberi e scavalla il montarozzo che separa le due vallate adiacenti. La strada poi prosegue percorrendo le valli che si estendono tra i monti austriaci e tedeschi.
Ci fermiamo per fare benzina e ad un supermarket per il pranzo e proseguiamo ancora per qualche kilometro per trovare un un luogo idoneo per consumare il veloce pasto.
Dopo pranzo imbocchiamo la strada che conduce al passo …giunti quasi in cima veniamo fermati da un agente di polizia tedesca che ci contesta di aver superato un’auto lungo la strada dov’era in vigore il divieto di sorpasso..morale 94€ di multa.
Proseguiamo e giungiamo a Fussen; tentiamo di visitare i due castelli (Neuschwanstein e Hohenschwangau) ma la bolgia è eccessiva e quindi rinunciamo (ci accontentiamo di una foto fugace da distante).
Ci rimettiamo in strada e proseguiamo verso il confine austriaco (mancano ancora un centinaio di km)..le strade son bellissime e si snodano tra valli e monti …saliamo verso il passo e veniamo nuovamente fermati dalla polizia austriaca per un controllo pneumatici (questa volta tutto ok)..Proseguiamo verso Garmish e giungiamo a  Biberwier e troviamo sistemazione per la notte in un appartamento presso il camping Biberhof. Facciamo giusto in tempo per raggiungere il paesino seguente e trovare il market per fare la spesa per la sera (stava chiudendo).
Torniamo in appartamento e ci concediamo una doccia tonificante e poi cenetta.
La TV austriaca ci accompagna nel dopocena.

GIORNO 9 – Domenica 21 Agosto 11
KM: 60
Pranzo: 14€
Terme: 15€
Pernotto: 55€

Sveglia come al solito intorno alle 7:30..giornata splendida.
Decidiamo di modificare l’itinerario preventivamente studiato per concederci più tempo per il relax e meno km sotto il caldo.
Quindi comunichiamo al gestore del camping che avremmo pernottato anche questa notte. Dopo colazione ci mettiamo a tavolino a ridisegnare l’itinerario.
La giornata di oggi prevede visita a Garmish e nel pomeriggio sosta relax alla piscina “Familienbad” di Ehrwald.
Cerchiamo inoltre di trovare una sistemazione a prezzi umani per i 2 giorni successivi a  Davos ma l’impresa sembra essere proibitiva..prezzi allucinanti.
Saliamo in moto in tenuta turistica (in barba a tutte le protezioni e abbigliamento vario..ma fa veramente troppo caldo)  e ci dirigiamo a Garmish.
Primo giro per il centro della cittadina e (per mia fortuna e sfortuna della Titti) essendo domenica tutti i negozi son chiusi.
Pranzo veloce al McDonald di turno e secondo giro nel centro (cittadina molto curata con un elevato numero di negozi delle più famose marche).
Ritorniamo indietro e ci concediamo qualche ora di relax alle piscine.
Dopo cena ci rimettiamo a tavolino per cercare la sistemazione per Davos e dopo alcuni tentativi troviamo un Hotel che propone l’ultima stanza ad un prezzo scontato e la prenotiamo al volo.

GIORNO 10 – Lunedì 22 Agosto 11
KM: 168
BENZINA 15€
Pranzo: 30,5 CHF
CENA: 26,5 CHF
Pernotto: 85€

Sveglia come al solito e un bel sole ci accoglie, nessuna nuvola all’orizzonte.
Carichiamo le moto e lasciamo il campeggio in direzione Davos, percorrendo l’unica strada disponibile….una palla clamorosa, paesaggi squallidi, divieti di sorpasso, lavori in corso rendono i primi 120 km una noia mortale.
Ci fermiamo un momento per far rifornimento a Titti e finalmente imbocchiamo la salita al Fluelapass; foto di rito in cima e poi discesa verso Davos.
Giungiamo a Klosters e troviamo l’Hotel “The Rustico” prenotato la sera prima, ma essendo ancora presto ci dirigiamo verso il market del paese per prendere qualcosa per il pranzo da consumare in una bella piazzola in riva al fiumiciattolo avvistata in precedenza. Abbiamo subito la conferma di quanto avevamo sospettato il giorno precedente..i prezzi in Svizzera sono altissimi.
Verso le 14:30 prendiamo possesso della camera, doccetta veloce e dopo un riposino decidiamo di fare una passeggiata nel centro del paese. Prendiamo 2 gelati (un cono con una palla e uno con due = 7€)… per curiosità passando davanti a due ristoranti guardiamo i prezzi dei menù esposti e decidiamo che anche per la cena ci dovremo aggiustare in qualche modo in quanto di regalare 100 e passa € agli svizzeri non ci và ( il prezzo medio di una pizza era sui 25€, un petto di pollo alla griglia 42CHF).
Nuova spesetta al market  (tra pranzo e cena si è speso l’equivalente di 50€ per nn mangiare quasi nulla)e torniamo in hotel.
Ceniamo guardando in TV in diretta i RedBull X Fighter che si stanno svolgendo in Polonia (Finale Torres vs Adams)…e la Titti crolla dal sonno.

GIORNO 11 – Martedì 23 Agosto 11
KM: 270
BENZINA 34€
Pranzo: 15€
Traforo livigno: 20€
Pernotto: 85€

Sveglia come al solito verso le 7:30; anche oggi giornata stupenda.
Abbondante colazione in hotel.
Tornati in camera iniziamo a litigare con il Garmin per mettere a punto il giro della giornata (ennesimo cambiamento rispetto all’itinerario originale).
Verso le 10 siamo in sella direzione Livigno (percorriamo per la seconda volta il Fluelapass) dove arriviamo verso le 11:30 dopo aver percorso il traforo che collega la Svizzera con la cittadina e aver pagato 20€ per il passaggio delle due moto.
Giretto nel centro del paese (una bolgia impressionante) dove compriamo le 2 lampadine per sostituire quelle bruciate nei giorni precedenti e dove alla Titti rimangono attaccati alcuni pendagli per i suoi braccialetti (purtroppo oggi non è Domenica).
Mangiamo alcuni tranci di pizza e beviamo un caffè (dopo diversi giorni di astinenza) e torniamo alle moto dove cambiamo subito le lampadine dei 2 anabbaglianti (senza non poche complicazioni).
Ripartiamo verso le 13:30 direzione Stelvio, percorrendo il passo del Foscagno, dove giungiamo verso le 15:20.
Una sosta per prendere adesivo di rito e fare qualche foto e poi nuovamente in sella per fare ritorno a Kloster passando però per la val Venosta e il Passo Resia.
La strada che dalla base dello Stelvio conduce a Resia e poi attraversando un tratto di Austruia riporta in Svizzera è veramente bello). Percorriamo per la terza volta il Fluelapass e per le 18:30 siamo in Hotel.

GIORNO 12 – Mercoledì 24 Agosto 11
KM: 82
Cena: 50€
Terme: 34€
Pernotto: 70€

Sveglia quotidiana verso le 7:30 e ancora una splendida giornata è pronta ad attenderci. Abbondante colazione in hotel.
Prepariamo le borse che però lasciamo in hotel in quanto si è deciso di visitare la cittadina di Davos.
Il gestore dell’hotel ci fornisce due tessere che ci consentono di utilizzare ferrovie e cabinovie gratuitamente, così le sfruttiamo per recarci a Davos con il treno. Dopo circa 25 minuti di treno giungiamo a destinazione; dedichiamo la prima oretta a passeggiare nel centro che però ci delude parecchio, lo troviamo molto squallido.. Quindi decidiamo di recarci al centro termale dove ci concediamo  qualche ora di relax sotto un bel sole cocente (e i risultati si vedranno alla sera).
Riprendiamo il treno che ci riporta a Klosters, carichiamo le moto e per le 17:10 siamo in sella direzione Splugen; i kilometri da percorrere sono solo un’ottantina di strada però molto bella e panoramica.
Giungiamo al campeggio Splugen di Splugen verso le 18:45 e prendiamo possesso della stanza prenotata in precedenza (la peggior sistemazione della vacanza in proporzione al prezzo pagato).
Una doccia veloce e andiamo nel centro del paesino per mangiare qualcosa; finalmente riesco a trovare i Rosti che però ci fanno pagare a peso d’oro..50€ 2 porzioni di Rosti 2 coca e 1 birra).
Tornati nella stanzetta la Titti crolla dal sonno.

GIORNO 13 – Giovedì 25 Agosto 11
KM: 300
Pranzo:
Benzina: 20€

Anche oggi bellissima giorna.
Si entra in autostrada e per le 15 siamo a Casa
Anche quest’anno le vacanze son finite.

FOTO
Consultate la sezione "Gallerie fotografiche" -- "Viaggi in moto" -- "Germania 2011"
GPS
Consultate la sezione "Download" categoria "GPS"

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Settembre 2011 16:38
 
Copyright © 2018. LeleTitti | Created by Emanuele | Segui i miei Move su